mercoledì 8 agosto 2012

SPAGHETTI con OLIVE NERE di GAETA e CAPPERI

Una ricetta veloce e gustosa che sa di tradizioni e di cose buone, un primo piatto che ho imparato a cucinare dalla mia mamma, il piatto della lotta all'ultima oliva, della scarpetta interminabile (si passava continuamente a rifornirsi di sugo dalla pentola)... dolci ricordi di tempi andati.
Credo si tratti di una rivisitazione dei leggendari "spaghetti alla puttanesca" che sembrano essere tipici di Napoli e dai quali si distingue, per l'assenza di prezzemolo e origano nonchè per il nome, qui vengono definiti spaghetti auliv' e chiappariell'.

INGREDIENTI
150g di spaghetti (qui ho utilizzato gli integrali che secondo me danno un tocco in più alla ricetta)
1 passata di pomodoro
1 spicchio d'aglio
olive nere di Gaeta
capperi sotto sale
olio extra vergine d'oliva
qualche foglia di basilico
sale



PROCEDIMENTO
In una padella mettere, olio e spicchio d'aglio, quando l'aglio sarà imbiondito aggiungere la passata e far cuocere qualche minuto. Aggiungere i capperi dissalati sotto acqua corrente e le olive nere. Continuare la cottura finché il sugo non si sarà addensato. Aggiungere qualche foglia di basilico e terminare la cottura.
A questo punto cuocere gli spaghetti, a cottura ultimata, togliere una parte del sugo dalla padella e far saltare gli spaghetti nel restante condimento.
Servire conditi con altro sugo e buon appetito.

Se tenete alla linea non mettete pane in tavola... diversamente preparatevi ad una scarpetta senza fine :-)  

10 commenti:

  1. Piacere di conoscerti,ho scoperto il tuo blog casualmente.....ora vado a dare una sbirciatina alle tue ricette.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacere mio Mariabianca e grazie per la visita, passerò presto a ricambiare :)

      Elimina
  2. Ciao, che belle ricette, piacere di conoscerti! Norma

    RispondiElimina
  3. Mamma che buono!!! Questo piatto è tanto semplice quanto gustoso!! Olive e capperi, che passione!!! Bravissima!

    RispondiElimina
  4. Ricetta mitologica!

    La mia versione ha qualche variante che non compromette il risultato finale:
    -spaghetti normotipo (non danno il tocco in più alla ricetta, ma è sicuro che mi piacciono)
    -pomodori pelati anziché passati
    -prezzemolo anziché basilico
    -niente capperi perché nessuno se li fila (ma nonostante l'assenza sempre "spaghetti olive e capperi" li chiamo)

    Peccato che mi mancano le olive oì, sennò stasera... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scarabocchiellaaaaaa... un commento così potevo aspettarmelo solo da te... praticamente trattasi di spaghetti alla scarabocchiella, un abbraccio grande

      Elimina
  5. Ciao! ho dato una sbirciata al tuo blog e l'ho trovato davvero carino, pieno di ricette sfiziose e dalla grafica molto originale! Mi sono unita fra i tuo sostenitori in modo da non perdermi le tue prossime ricette, spero tu possa contraccambiare con il mio blog!
    Ti aspetto per poter condividere insieme tante nuove idee in cucina! A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie sei davvero gentile, passerò presto a trovarti nella tua cucina :-)

      Elimina

Grazie per la visita... :-)

Potresti trovare interessante...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...