martedì 3 febbraio 2009

PRIMA RICETTA DELLA MIA NUOVA VITA...ORZO PERLATO IN FANTASIA DI FUNGHI

La vita è mutevole e come tale ti pone spesso di fronte a delle difficoltà, spesso mi è capitato di doverne affrontare ed ultimamente la mia vita è nuovamente cambiata… nuove consuetudini, nuove consapevolezze e nuovi sapori… le mie abitudini alimentari sono dovute variare, non ero molto contenta di ciò, ma oggi posso dire che la cosa non mi dispiace affatto, certo avrei voluto fosse una scelta personale e non obbligata, un bel piatto di pasta e il mio tè verde mi mancano ma i nuovi sapori scoperti e una nuova consapevolezza mi bastano per gradire.
Oggi vi presento la prima ricetta della mia nuova dieta, ho sempre avuto una passione per i cereali ma una volta prepararli era una rarità da tre mesi a questa parte una consuetudine, così come l’uso della pentola a pressione che prima era proscritto alla cottura dei legumi ed attualmente la utilizzo per tutto, quindi da oggi tra le etichette troverete anche le voci pentola a pressione e cereali… ma ora passiamo alla ricetta che è tratta da un libro della Giunti “Pentola a Pressione” , non ho rispettato la ricetta alla lettera ma per correttezza vi riporto la versione integrale e annoterò le mie variazioni...


INGREDIENTI
150g di orzo perlato
1 cipolla
2 spicchi d’aglio
1 costa di sedano
1 cucchiaino di maggiorana
½ cucchiaino di coriandolo in polvere
400g di funghi coltivati
2 dl di vino bianco secco
1 patata a polpa farinosa
Prezzemolo
4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
Pepe e sale

PREPARAZIONE
Lavate e lasciate in ammollo l’orzo in acqua fredda per circa 12 ore, poi scolatelo e conservate l’acqua dell’ammollo. Lavate e pulite i funghi che andranno tagliati a fettine. Tritate la cipolla e l’aglio, mondate il sedano e tagliatelo a pezzetti; scaldate due cucchiai di olio nella pentola a pressione aperta e fatevi rosolare il trito di odori con la maggiorana e il coriandolo; quando la cipolla inizia a prendere colore, bagnate con ½ bicchiere di acqua fredda. Aggiungete l’orzo e fatelo tostare a fiamma vivace, mescolando perché non si attacchi al fondo della pentola; aggiungete i funghi, bagnate con il vino e lasciatelo evaporare a fuoco moderato. Frattanto sbucciate la patata e tagliatela a cubetti. Unitela all’orzo, aggiungete l’acqua dell’ammollo tenendo conto che sarà necessario 1l e ¼ di liquido, salate e chiudete la pentola a pressione. Quando la valvola inizia a soffiare, riducete la fiamma e calcolate 25 minuti di cottura , trascorsi i quali lasciate sfiatare la pentola e apritela. Lavate il prezzemolo, tritatelo e aggiungetelo insieme ai due cucchiai di olio che vi sono rimasti. Spolverate di pepe macinato e servite caldo.

NOTE: Non ho utilizzato coriandolo e pepe ed ho bypassato il soffritto mettendo insieme gli odori e l’acqua. Ho aggiunto l’olio solo a cottura ultimata.

Vi lascio con le parole di Pablo Neruda e i miei propositi per il nuovo anno su invito di un riccio e un papero ed altre amiche che però non abbiatene a male devo ricercare... presto inserirò anche voi se nel frattempo vi trovate da queste parti urlatemi il vostro invito ;-)
1 impegnare tutta me stessa nella realizzazione del mio desiderio più grande
2 rispettare la mia salute e mantenerla il più a lungo possibile
3 fare un meraviglioso ed indimenticabile viaggio
4 curare di più i miei hobby
5 provare ad andare avanti senza guardare al passato
6 dedicare più tempo a me stessa da ogni punto di vista
7 recuperare le persone che sono state importanti nel mio passato
8 riuscire a perdonare
ODE ALLA VITA
Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine, ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,chi non cambia la marcia, chi non rischia e cambia colore dei vestiti,chi non parla a chi non conosce.
Muore lentamente chi evita una passione, chi preferisce il nero su bianco e i puntini sulle "i" piuttosto che un insieme di emozioni, proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore davanti all'erroree ai sentimenti.
Lentamente muore chi non capovolge il tavolo,chi è infelice sul lavoro, chi non rischia la certezza per l'incertezza,per inseguire un sogno, chi non si permette almeno una volta nella vitadi fuggire ai consigli sensati.
Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta la musica, chi non trova grazia in se stesso.
Muore lentamente chi distrugge l'amor proprio,chi non si lascia aiutare, chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortunao della pioggia incessante.
Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo, chi non fa domande sugli argomenti che non conosce, chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.
Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere vivo richiede uno sforzo di gran lunga maggioredel semplice fatto di respirare.
Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimentodi una splendida felicità.
Pablo Neruda

58 commenti:

  1. Sembra deliziosa! Anch'io sono un amante dei cereali. Sai,mio padre ha avuto dei problemi di salute e ha dovuto cambiare drasticamente le sue abitudini alimentari. Dopo un primo momento di sbandamento, è riuscito a crearsi un suo cosmo e adesso si è stabilizzato e la cosa non gli pesa più così tanto. Non so quali siano i tuoi problemi, ma per quanto sia banale con il tempo poi si impara a ritrovare un equilibrio.
    Buona serata!

    RispondiElimina
  2. Questo ci sembra un ottimo modo per impiegare l'orzo perlato! Di solito preferiamo quello normale, ma così preparato questo tipo ci sta perfetto!
    Abbiamo letto con attenzione tutti i consigli...
    un bacioni

    RispondiElimina
  3. Ti auguro di riuscire in tutti i tuoi intenti e propositi....intanto mi godo questa buonissima ricettina!
    Bacione

    RispondiElimina
  4. ...finalmente uan ricetta con i cereali!!!... mi piacciono tantissimo ma non so mai come cucinarli!!! grazie!
    e ribadisco i complimenti!!!
    ...a volte i cambiamenti non sono poi così brutti!! buona serata

    RispondiElimina
  5. Provare ad andare avanti senza guardare al passato è un gran bel proposito Ele. Ti auguro di farcela! In bocca al lupo!

    RispondiElimina
  6. che delizia!! ottima ricetta per iniziare una nuova vita...! bacini e buona serata!

    RispondiElimina
  7. ciao Eleonora,c'è tanta verita' nelle parole di Neruda....auguro a te di riuscire a portare a termine tutto quello che ti sei promessa e un bravissima per la ricetta con i cereali,è un'idea molto buona da provare un bacio Tittina

    RispondiElimina
  8. Buona!!! bella ricetta, da provare! buona serata,isabel!

    RispondiElimina
  9. CIAO!! PRATICAMENTE TI NUTRI COME ME, SOLO CHE IO LO FACIO PER SCELTA E PERCHé ADORO IL RISO L'ORZO IL FARRO, TUTTI QUEI CEREALI CROCCANTELLI INSOMMA!!! LI MANGIO TUTTI I GIORNI E MIO PADRE MI PRENDE IN GIRO DICENDO CHE MI ALLENO PER LA CINA.... :| QUINDI VERRò A SCOPIAZZARTI LE RICETTE NUOVE!!!

    RispondiElimina
  10. la tua nuova dieta è nelle mie corde mi piace questa ricetta! io sono con te per tutti i tuoi propositi...un bacione

    RispondiElimina
  11. Brava! Hai trovato un modo delizioso di iniziare e sono certa che ne troverai altri mille di altrettanto sfiziosi!

    RispondiElimina
  12. Ciao Ele...mi sa che ne approfittero' anch'io della tue ricette, delicate e nurienti senza troppi grassi, quelli giusti e che fa proprio bene lla salute mantenere un buon regime e penso che sia arrivato il momento anche per me che mangio senza regole!!!

    i tuoi propositi mi hanno colpita molto si legge dentro molto di te, ovvio, n partcolare l'ultimo, un tonfo al cuore quando ho letto "perdonare"...vedi care Ele, tenersi in dentro il male non fà bene principalmente a te per cui spero che tu possa davvero riuscire nei tuoi intenti ..ma avendoli elencati credo sia davvero un ottimo inizio.
    Un bacio

    RispondiElimina
  13. ti auguro di riuscire a realizzare il tuo desiderio piu' grande!
    L'orzo e tutti i cereali della famiglia sono buonissimi e nutrienti. Qui la mattina faccio colazione con l'avena..dovresti provarla anche tu..

    RispondiElimina
  14. I cereali sono una goduria per il palato... l'orzo, il farro, il riso, gli azuki... mangerei questa zuppa tutti i giorni! slurp slurp
    (infatti la mia colazione è composta da latte e biscotti ai cereali... buonissimi!)

    I cambiamenti non arrivano mai in negativo, quindi questa "nuova vita" sarà la spinta giusta per proseguire con grinta, energia e speranza!

    PS: se vuoi compagnia per gustare la zuppa di cereali basta fare un fischio e sono lì ;-)

    RispondiElimina
  15. Mi piace questa ricetta, io non ne conosco molte, nonostante ami i cereali, mi sarai d'aiuto.
    Andare avanti senza guardare al passato lo dovremmo fare tutti, ti auguro di riuscire nel tuo intento. Un abbraccio

    RispondiElimina
  16. Condivido ogni singola riga e ogni singola parola.
    Capisco lo sforzo del cambiamento e la necessità di affrontarlo, lo capisco perchè purtroppo lo vivo.
    Dico purtroppo perchè a volte le certezze e le abitudini sono come una culla dove può essere piacevole accoccolarsi e sentirsi sereni.
    Mille auguri ai tuoi nuovi passi, che ti portino saldamente dove vuoi andare!

    RispondiElimina
  17. Ciao Ele!
    Che bel post non so da dove iniziare... la poesia di Neruda è davvero intensa, andrebbe letta e riletta più volte con calma e concentrazione. Ho letto i tuoi buoni propositi e ti auguro di riuscire a metterli in pratica.
    Per quanto riguarda l'orzo perlato invece, io avrei da imparare diverse cose da questo piatto, infatti non uso la pentola a pressione (ho paura) e ci sono alcuni cereali che non compaiono per nulla nella mia alimentazione, devo assolutamente provvedere ad inserirli...
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  18. Hai scelto una buonissima ricetta per inaugurare la tua nuova vita! In bocca al lupo!!

    RispondiElimina
  19. Una alimentazione sana dovrebbe essere una regola di vita per tutti. Questo orzotto è davvero un piatto favoloso. La pentola a pressione è uno strumento straordinario che dovrebbe essere utilizzato molto più di quello che non avviene ora, tra l'altro ci aiuta a rispettare l'ambiente, risparmiando energia. Ti auguro di raggiungere tutti i tuoi obbiettivi.
    Un abbraccio,
    Stefano

    RispondiElimina
  20. Mia cara..credo tu stia iniziando il nuovo periodo sotto una buonissima luce!Buono il piatto e bellissimi i propositi...LEntamente muore me la leggo spesso, per ricordarmi il suo importantissimo emssaggio!
    Un abbraccio ed un imboccallupo grandissimo!

    RispondiElimina
  21. bellissima la poesia di neruda...passiamo alla ricettina....non so per quale motivo ma anche io sto modificando il mio modo di mangiare...piano piano perchè per me è dura da morire ma...se si deve fare si fa...questa tua ricettina mi interessa tantissimo e proprio con le modifiche che hai fatto....quando ti capita un altra ricettina del genere...se decidi di non postarla ricordati di me...magari passandomela tramite email:-) a questo punto la faccia è abbastanza tosta da continuare con le richieste:-) ho comprato la soia gialla....sono dei chicchi come dei piccoli fagioli....sono secchi vanno tenuti a bagno una notte e poi cotti...non è che in questo tuo libro c'è qualche ricettina:-) un bacio grande
    Annamaria

    RispondiElimina
  22. Guarda sembra veramente deliziosa.
    A volte si devono fare dei cambiamenti drastici e proprio perchè si devono fare diventano ostici..poi forse perchè ci si abitua..diventano anche gradevoli.
    Spero sia così anche per te.
    ciao

    RispondiElimina
  23. ciao Eleonora ti auguro di cuore che tu riesca a realizzare tutti i buoni propositi!!! questa ricetta mi piace davvero, pensa che mangiare in questo modo è più salutare!!!

    RispondiElimina
  24. Cambiare abitudini si sà, è sempre un pò traumatico, ma a te è toccata una sana abitudine, quella che se non saresti stata obbligata a seguire probabilmente non l'avresti mai nemmeno messa in conto!
    Spesso, l'essere obbligati a decidere o scegliere, ha anche dei grossi vantaggi che però son ben nascosti... ma meno male che arriva sempre il giorno in cui quei vantaggi vengono alla luce!
    =)

    RispondiElimina
  25. Anch'io qualche volta preparo l'orzo perlato ma a mo' di risotto... buono!

    RispondiElimina
  26. Cambiare le abitudini alimentari è un po' difficile hai ragione...
    ma se sai che in questo modo ti sentirai meglio non devi pensarci una volta in più...
    e poi ne troviamo giovamento anche noi vedi?
    Ci proponi ricettine niente male...
    :-P
    baci

    RispondiElimina
  27. Ciao.......conosco questa poesia..e la trovo bellissima....se solo..
    applicassimo cio' che ci dice.....
    AUGURI x tutto e grazie x questa
    ottima e salutare ricetta...
    un bacio........

    RispondiElimina
  28. io ADOVO la pentola a pressione, quindi hai una fan ancora + accanita...ciao, buona nuova vita!

    RispondiElimina
  29. c'è un mondo da scoprire, e a volte si deve scoprire per forza..ma con grande piacere ci si accorge che ogni singolo chicco ogni singlo ortaggio hanno un sapore , una consistenza, un odore eccezionale..bacio mike

    RispondiElimina
  30. Un abbraccio forte... :-)))


    A presto!! :-)

    RispondiElimina
  31. Vedo che la tua nuova vita è piena di ottime premesse.
    Con un piattino così buono vedrai che questa fase passerà.
    Non so se hai qualche problema io ne ho uno che mi sta lacerando.
    Se ti va sai dove trovarmi.
    Quello che ti ho scritto a Natale è quello che penso per te ci sono sempre e per qualsiasi cosa ciao

    RispondiElimina
  32. Io faccio spesso i cereali, li adoriamo tutti! e per Neruda non ci sono parole, un abbraccio
    Germana

    RispondiElimina
  33. Mi piace molto questa ricetta, la faro' presto.
    Per la pentola a pressione invece, credo che non la usero' mai, ho purtroppo un bruttissimo ricordo di quando ero bambina. Parlo di taaanti anni fa, adesso certamente sono migliori di quelle di un tempo, ma il terrore e' rimasto lo stesso.
    Ciao carissima, buona giornata.

    RispondiElimina
  34. accidenti mi sono persa qualche passaggio, relativamente alla costrizione di cambiare abitudini alimentari....però la zuppa è deliziosa ugualmente!!! In bocca al lupo per il tuo desiderio più grande:)))

    RispondiElimina
  35. questa poesia è splendida, e riflette esattamente la tua grande capacità di adattamento alla vita, nonché il saper apprezzare sempre ogni giorno come fosse un dono.

    RispondiElimina
  36. Ele, guarda che i cereali SONO deliziosi, bisogna solo impegnarsi un pochino per imparare le nuove ricette e gli abbinamenti! L'orzotto ai funghi è tra i miei preferiti!
    Non so perché tu stia fscendo la dieta, presumo, non per il divertimento, ma per le esigenze della salute... Ti piace il grano saraceno? E' buonissimo, potresti provzre ad usare anche esso! Fammi sapere!;-)

    Un bacione!

    RispondiElimina
  37. Quanto mi garbano le zuppe come questa. E quest'inverno mi sono veramente sbizzarita. Sono buone e fanno un gran bene! Buona serata Laura

    RispondiElimina
  38. la vita è piena di cambiamenti e sorprese !!! è vita..... buon w.e.

    RispondiElimina
  39. Nelle novità c'è anche tanta sorpresa e voglia di provare.
    Continua così che va bene
    Un saluto Sisifo

    RispondiElimina
  40. Cara Ele,
    che dire... Ti mando solo un grande, silenzioso abbraccio!!!
    Francesca

    RispondiElimina
  41. sesamo&coriandolo7 febbraio 2009 11:44

    Ciao cara e grazie per le perle d'orzo e di vita!Sarà un risalir la china interessante e intelligente.Ne sono sicura! un abbraccio di cuore.

    RispondiElimina
  42. Che buona zuppetta..buona domenica!

    RispondiElimina
  43. Ciao anicetta mia! Io ti capisco, ehhh se ti capisco!! :-)
    Un bacione.
    Lory

    RispondiElimina
  44. I cereali sono preziosissimi ed assai versatili. Vedrai che pian piano ti risulteranno sempre più gradevoli. E poi, questa ricetta merita un premio oscar! brava ed in bocca al lupo. CookingMama
    http://cookingmama.myblog.it

    RispondiElimina
  45. buona la zuppa in "coccio" poi con questo freddo slurp.

    RispondiElimina
  46. Bella ricetta, belli i propositi e bella la poesia... Che dire, spero che tutto quello che desideri si avveri!
    Un abbraccio,
    Aiuolik

    RispondiElimina
  47. Scusami se oggi non riesco a commentare la ricetta, tra l'altro molto interessante, ma la poesia che chiude il post ha assorbito tutti i miei pensieri.
    Ciao

    RispondiElimina
  48. Eleonora ho letto il tuo commento nel mio blog.
    Se hai bisogno di una mano dimmi pure. Ho già fatto diversi pdf per il forum di cucina al quale sono iscritta. Se vuoi, sono disponibile molto volentieri.

    RispondiElimina
  49. Ok, vedo che i commenti sono pubblicati solo con la tua approvazione.
    Anche nel mio blog sono così. Se vuoi, per i pdf, ci possiamo passare gli indirizzi email senza pubblicarli.

    RispondiElimina
  50. Il mio indirizzo non c'è ma ho trovato il tuo e ti ho scritto. Ciao

    RispondiElimina
  51. Ottimo questo piatto... vedrai che ti abituerai presto ai nuovi piatti!
    ciao
    vale

    RispondiElimina
  52. Cara Eleonora,
    ti ringrazio enormemente delle tue parole, sai quanto sono affezionata a te! La prima ricetta della tua nuova vita è proprio ok, anche perchè ho un sacchetto d'orzo perlato che non spevo come ben utilizzare e l'abbinamento con i funghi mi piace un sacco! Spero che questa nuova alimentazione sia foriera di uno splendido periodo per te e i tuoi cari,
    ti abbraccio fortissimo
    dida

    RispondiElimina
  53. CIAO STUPENDA...COME STAI??? HAI AVUTO PROBLEMI CON IL CIBO ULTIMAMENTE??? SAI TI CAPISCO, IO HO PASSATO UN ANNO INFERNALE MA ALLA FINE NE SONO VENUTA FUORI E NONOSTANTE TUTTO CON IL TEMPO CI SI ADATTA...COMUNQUE TI SENTO POSITIVA E QUESTA è LA COSA MIGLIORE!!! UN ABBRACCIO GRANDE GRANDE

    RispondiElimina
  54. ultimamente visto il colesterolo aumentato del maritino anche noi stiamo optando per i legumi quindi ti prendo da esempio!
    W la pentola a pressione!
    a presto Pippi

    RispondiElimina
  55. Eleonora, noi amiamo follemente cereali e legumi. Abbiamo sperimentato diverse ricette a base d'orzo perlato, ma mai abbinandolo ai funghi, ci hai incuriosito moltissimo con l'uso del cardamono, che finora abbiamo usato solo in alcuni dolci. Dobbiamo assolutamente provare questo combo di sapori! Presto posteremo una cosetta con l'orzo, devi assolutamente provarla!!!!
    Baciotti da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  56. Splendida ricetta che copio senza indugi. Una sola curiosità: L'orzo perlato richiede l'ammollo? Solitamente metto in ammollo il farro e l'orzo decorticati, mentre farro e orzo perlati li lavo bene bene sotto l'acqua corrente e poi li cuocio come fosse il riso, solo qualche minuto in più.
    Terrò d'occhio le tue ricette per pentola a pressione :)

    RispondiElimina
  57. Ti auguro che il cambiamento possa essere un piacere e non un dovere, e ti ringrazio per la nuova sezione che riguarda i cereali e la pentola a pressione: l'idea è molto carina, e sono certa mi tornerà utile.

    RispondiElimina

Grazie per la visita... :-)

Potresti trovare interessante...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...