mercoledì 3 agosto 2011

BRACIOLE... ricetta della mamma!

Oggi vi presento un must della cucina napoletana, uno di quei cibi che rappresentano l'unione familiare della domenica e che può essere preparata da sola o unita ad altre tipologie di carne per preparare il ragù domenicale ma questo è un altro capitolo...
Come per ogni ricetta tradizionale esistono tante versioni, più o meno ricche e legate alle abitudini familiari, questa è la mia versione o meglio la versione di mammà una gran donna... una gran mamma!!


Come prima cosa bisogna specificare che quando si parla di braciole, a Napoli, non si intendono le braciole di maiale quelle che di solito si utilizzano sulla brace ma fettine di carne di manzo o nei tempi andati anche di cotenna (mio padre ne andava matto ed io con lui, forse poco sano ma sicuramente ottimo). Sinceramente non saprei dirvi a che taglio di carne appartenga perchè in genere l'acquisto chiedendo fettine per le braciole, qui è tipico dunque il macellaio comprende al volo la richiesta.
Passiamo alla ricetta!

INGREDIENTI
- fettine di manzo 1/2 a testa a seconda della grandezza ma anche dell'appetito
- prezzemolo
- uvetta e pinoli
- aglio
- cipolla
- 1 passata di pomodoro
- 1 pomodoro pelato
- olio extravergine d'oliva
- sale e pepe

PROCEDIMENTO
Preparare un trito sottile di aglio e prezzemolo, aprire per bene le fettine di carne, sovrapponendo i lembi lì dove vi dovessero essere delle aperture, cospargere le fettine di sale ed eventualmente pepe e cospargerle del trito aggiungere una manciata di uvetta e pinoli (a me piace abbondante) e arrotolate la fettina su se stessa fermandola con lo spago da cucina (quando ero bambina si utilizzava il cotone per cucire), io evito gli stuzzicadenti perchè lasciano uscire il ripieno, voi fate come preferite.
NOTA: come dicevo a Napoli le ricette di famiglia sono svariate pertanto nelle macellerie potete trovare braciole farcite di salumi e formaggi ma io preferisco la versione di mammà, semplice e gustosa!
Una volta preparate le braciole, tritate una cipolla piccola o mezza cipolla media che lascerete appassire, in una casseruola alta, con olio extravergine di oliva. Appassita la cipolla aggiungete le braciole e fatele rosolare, una volta rosolate sfumate con vino bianco.
Nel frattempo passate il pomodoro pelato al passaverdura ed aggiungetelo alla carne insieme alla bottiglia di passata, in molti utilizzano solo passata ma io preferisco unire pomodoro pelato e passata perchè trovo che assuma una consistenza più corposa e gustosa, a questo punto lasciate cuocere a fuoco alto fino a quando il sugo inizi a scoppiettare a Napoli si dice pippiare, a quel punto abbassare la fiamma, aggiungere il sale e cuocere finchè il sugo non si attacca alle pareti della pentola, questo è il segno che la mia mamma mi ha dato anni fa come riferimento per la cottura ed è il segno che per me da allora rispetta pienamente la cottura di sugo e carne.
A cottura ultimata aggiungere il basilico, messo dall'inizio o durante la cottura trovo che il sapore vada un pò disperso.
Ovviamente a voi la scelta se mangiare solo le braciole e fare la scarpetta con il pane o gustarvi anche un bel piatto di pasta, rigorosamente rigatoni, paccheri o comunque pasta grossa.
Vi assicuro una bontà unica... buon appetito!!

26 commenti:

  1. Anche mia mamma le prepara così ; )) ovviamente è napoletana!!

    RispondiElimina
  2. Squisite ...non le faccio da un sacco di tempo.

    RispondiElimina
  3. Cara, anche a casa mia questa è la braciola! unica e insosituibile...e non ricordarmi le braciole di cotica...mmmm...a dire la verità ogni tanto mio padre ancora se la fa preparare perchè...è troppo buona e poi...vuoi mettere la gara a chi si aggiudica il pezzetto più grosso...ah bei tempi andati!
    un abbraccione
    dida

    RispondiElimina
  4. *Titty allora sai quanto meriti questa ricetta... grazie!

    *Mary devi assolutamente recuperare :-)

    *Didaaaaa credevo di essere l'unica a mangiare cose del genere che sollievo e che bontà, è una vita che non mangio la braciola di cotenna ma mi sa che appena andrà meglio devo assolutamente rifarmi, un abbraccio grande :-)

    RispondiElimina
  5. Con le ricette della mamma non si sbaglia mai! Questi involtini hanno un aspetto così invitante...devono essere gustosissimi! Un bacione

    RispondiElimina
  6. Le braciole fatte cosi le conosco benissimo Ele le faccio spesso anch'io con i pinoli e l'uvetta sono proprio una squisitezza!!!Baci,imma

    RispondiElimina
  7. adoro questi esempi di dolce-salato che poi con la carne stanno benissimo. E anche i piatti con un'anima e una storia familiari: hanno sempre il sapore più buono

    RispondiElimina
  8. http://www.prezzemolino.com/2011/08/il-primo-contest-di-prezzemolinocom.html

    RispondiElimina
  9. http://www.prezzemolino.com/2011/08/il-primo-contest-di-prezzemolinocom.html

    RispondiElimina
  10. mi ricordo di averle mangiate, erano buonissime, ciao. aspassoincucina

    RispondiElimina
  11. http://www.prezzemolino.com/ partecipa al contest per vincere una caraffa filtrante

    RispondiElimina
  12. Devono essere davvero eccezzionali!!!! complimenti x il piatto e xil blog!

    RispondiElimina
  13. Devono essere eccezzionali! complimenti x il piatto e x il blog!

    RispondiElimina
  14. Ecco per te il 2° numero di OPEN KITCHEN MAGAZINE!
    Per sfogliarlo gratis clicca qui:

    http://www.openkitchenmagazine.com/

    Puoi seguirci anche su Facebook cliccando qui:

    http://www.facebook.com/openkitchenmagazine

    Un abbraccio,
    il Team di OPEN KITCHEN MAGAZINE

    ps: ci farebbe molto piacere se potessi condividere il banner del magazine con tutti i tuoi amici! Per farlo basterà andare sul nostro sito, nella sezione "condividi" e prelevare la copertina del magazine; il link diretto è questo:
    http://www.openkitchenmagazine.com/condividi/
    Te ne saremmo davvero grati! ^.^"

    RispondiElimina
  15. delle braciole deliziose!! squisite!! da provare assolutamente in cucina!

    RispondiElimina
  16. le conosco benissimo..sono tipiche della mia cucina..buonissimee!!
    ed al mio "burbero"...come a te..piacciono tantissimo
    ..quelle di maiale!!
    a presto

    RispondiElimina
  17. Buonissime ... ma pezzetini di pecorino non metti dentro?

    RispondiElimina
  18. Grazie a tutte... di cuore!
    Anthony non è nella mia tradizione familiare usare il pecorino ma la prossima volta ci provo, grazie per la dritta!!

    RispondiElimina
  19. Ma che bonta' di ciccia...io che sono una stracarnivora!!! ;-) sara' un piacere seguirti sei nella mia lista e mi sono iscritta proprio ora complimenti x il blog!!!

    RispondiElimina
  20. ma lo sai che io somo cresciuta con questo piatto???
    me le faceva sempre mia nonna Rosa di Caserta!
    Un abbraccio
    rosa

    RispondiElimina
  21. Bellissimi questi involtini devono essere proprio una meraviglia. Viva le mamme!!!

    RispondiElimina
  22. Ciaooo!!! il mio blog si è spostato qui
    http://blog.giallozafferano.it/lacuocapergioco/
    Se ti va passa e continua a seguirmi li!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  23. "Ecco per te il 3° numero di OPEN KITCHEN MAGAZINE!
    Per sfogliarlo gratis clicca sul mio nome mittente.

    Un abbraccio,
    il Team di OPEN KITCHEN MAGAZINE

    ps: ci farebbe molto piacere se potessi condividere il banner del magazine con tutti i tuoi amici! Per farlo basterà andare sul nostro sito, nella sezione "condividi" e prelevare la copertina del magazine.
    Te ne saremmo davvero grati! ^.^"

    RispondiElimina
  24. mmm che ricetta gustosa!!!ti seguo dal mio blog...se vuoi passare a trovarmi e darmi qualche consiglio...mi trovi qui: http://imeonricette.blogspot.com/

    RispondiElimina
  25. Squisite!
    la cucina più buona è quella genuina e casareccia! anzi la semplicità è tutto! vuoi mettere una saporita fettunta di pane e olio! (mmm..io adoro il Laudemio!!)
    ciao
    jenny

    RispondiElimina

Grazie per la visita... :-)

Potresti trovare interessante...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...